MODENA - SPORTELLO IMPRESE

Versione
accessibile
HOME PAGE
Forum Notiziario Mappa del sito Domande Frequenti Contattaci
22-11-2017

Sportello Unico Sportelli a Modena Procedimenti Normative Pratiche on-line Investire a Modena Progetto provinciale Statistiche del sito AREA RISERVATA
Link sito Adobe

Procedimento Unico

Lo Sportello Unico nasce per seguire gli interventi di:
  • localizzazione
  • realizzazione
  • ristrutturazione
  • ampliamento
  • cessazione
  • riattivazione dell'attivita' produttiva
  • riconversione dell'attivita' produttiva
eseguiti negli impianti produttivi di beni e servizi.

Lo Sportello si occupa anche dell'esecuzione di opere interne ai fabbricati adibiti ad uso di impresa. E' compito dello Sportello verificare la completezza della documentazione, richiedere e raccogliere i pareri di competenza dagli Enti coinvolti, e rilasciare l'autorizzazione finale.

Le Amministrazioni Pubbliche coinvolte nel procedimento di Sportello Unico non possono rilasciare autonomamente atti autorizzatori, nulla-osta, pareri o altri atti, sia di consenso sia a contenuto negativo.

Le amministrazioni che ricevono richieste in tema di impianti produttivi hanno l'obbligo di trasmetterle allo Sportello Unico.

Le procedure
Il regolamento di cui al D.P.R. 160/10 prevede due procedimenti, uno automatizzato/semplificato ed uno ordinario.

    a) procedimento mediante SCIA

    Quando le attività d’impresa sono soggette alla presentazione della segnalazione certificata di inizio attività (Scia, prevista dal decreto legge 31 maggio 2010 art 49), in cui la ricevuta della segnalazione costituisce titolo autorizzatorio, la segnalazione è presentata al Suap.

    Quando la segnalazione è contestuale alla “comunicazione unica” è presentata telematicamente al registro imprese, che la trasmette al Suap.

    In entrambi i casi, lo Sportello unico, in modalità automatizzata (e, quindi, solo qualora la pratica sia stata caricata correttamente) rilascia la ricevuta, con la quale il richiedente può avviare immediatamente l’attività.

    Le SCIA e tutte le comunicazioni concernenti queste attività, come anche i relativi elaborati tecnici e allegati, devono essere presentati esclusivamente in modalità telematica al SUAP competente per il territorio in cui si svolge l’attività o è situato l’impianto.

    Il SUAP inoltra, sempre in via telematica, la documentazione alle altre amministrazioni che intervengono nel procedimento.

    Per lo svolgimento di questo procedimento automatizzato, gli interessati eventualmente avvalersi delle Agenzie per le imprese, una novità introdotta dal Regolamento n. 159 (G.U. n.229 del 30 settembre 2010).

    Si tratta di soggetti privati accreditati dal Ministero dello sviluppo economico a cui gli imprenditori potranno rivolgersi per attestare la presenza dei requisiti richiesti dalla legge per realizzare, trasferire o cessare un'attività. Il legislatore, pertanto, ha introdotto una nuova figura che potrà coadiuvare le imprese e fungere da intermediario nei confronti dello Sportello Unico.

    E’ bene ricordare che è possibile utilizzare la Scia solamente qualora:

    - il rilascio del provvedimento dipenda esclusivamente dall’accertamento dei requisiti e dei presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale;

    - non ricorra una causa di espressa esclusione dall’applicabilità della scia e, pertanto, non devono sussistere: vincoli ambientali, paesaggistici e culturali (ad esempio, si ritengono escluse le autorizzazioni disciplinate dal D. lgs. 152/2006); vincoli imposti dalla normativa comunitaria; elementi e/o interessi di competenza delle amministrazioni preposte alla pubblica sicurezza;

    - non sia previsto alcun limite o contingente complessivo o specifici strumenti di programmazione settoriale per il rilascio;

    Nel caso in cui ricorra una delle ipotesi sopra richiamate, non sarà possibile utilizzare il procedimento semplificato mediante Scia, ma dovrà essere utilizzato quello ordinario.

    b) Procedimento ordinario

    Oltre al procedimento automatizzato, il decreto disciplina il procedimento unico ordinario di autorizzazione per le attività produttive, più complesso, finalizzato all’ottenimento di un’autorizzazione unica.

    Nei casi in cui non è possibile procedere mediante Scia, le istanze per le esercizio delle attività sono presentate, esclusivamente in forma telematica, al Suap che entro trenta giorni dal ricevimento può richiedere all’interessato una documentazione integrativa, dopo di che l’istanza si intende correttamente presentata. Verificata la completezza della documentazione, il suap, anche mediante l’indizione di una conferenza di servizi, adotta il provvedimento conclusivo entro 30 giorni e questo è titolo unico per lo svolgimento delle attività richieste.
    TEMPI
    SILENZIO ASSENSO
    CONFERENZA DEI SERVIZI AUDIZIONE
    Procedimento ordinario (art 7 D.P.R. 160/10)
    Procedimento automatizzato (art 5 D.P.R. 160/10)
    Chiusura lavori e Collaudo (art 10 D.P.R. 160/10)

    INTERRUZIONE SOSPENSIONE in caso di mancanza di documentazione all’interno della domanda presentata, lo Sportello Unico può richiedere (su decisione autonoma o su segnalazione degli enti coinvolti) una sospensione o un’interruzione del procedimento; con la sospensione il calcolo del termine viene effettuato contando anche i giorni trascorsi dalla data di presentazione fino alla data di sospensione; con l’interruzione il calcolo del termine viene effettuato ridefinendo il termine dalla data di presentazione della documentazione integrativa.


    Le istanze/comunicazioni/segnalazioni dovranno essere inoltrate esclusivamente in modalità telematica tramite la piattaforma regionale SuapER accessibile direttamente all’indirizzo: http://suaper.lepida.it/people

    Temporaneamente e limitatamente agli interventi in corso di implementazione nel portale SuapER, segnalati in apposito elenco, è consentito inoltrare le istanze direttamente alla PEC dell’Ente di riferimento.

    La modalità telematica rappresenta l'unico canale per inoltrare validamente la pratica al Suap e si avvale del documento informatico sottoscritto con firma elettronica.




sei qui: home > sportello unico

| Ultimo aggiornamento: 08/07/2014 |